Pubblicato da: Nanà | 18/09/2009

Senza parole

bandiera_pace
Avevo deciso di rimanere in silenzio per qualche giorno. Avevo deciso di evitare polemiche. Avevo anche deciso di andare alla manifestazione di sabato 19 a Piazza del Popolo a Roma.
Peccato (forse, anzi, soprattutto per me perché non so che figura potrò fare…) che non farò più nessuna di queste tre cose. Insomma il titolo del post sembra contraddire completamente quanto sto facendo. Ma di contraddizioni questo paese vive, per cui cosa volete che sia una in più?
Quello che è accaduto ieri in Afghanistan è orribile, è vero, mi sembra quasi scontato dirlo e sicuramente alle famiglie delle vittime va tutto il nostro simbolico abbraccio. Alcuni di quei ragazzi erano poco più piccoli di me…

I problemi sono altri. E mi sembra il caso di cominciare a spiegarli. I nostri soldati non sono andati laggiù a pelare patate o a zappare la terra (con tutto il rispetto per chi lo fa ovviamente). Non prendiamoci in giro, non è una missione di pace, cosa ci potevamo aspettare? Ogni giorno muoiono soldati di tutte le nazioni e civili afghani (limitatamente a questo conflitto, è ovvio). Sentivo stamattina alla radio che circa il 30% delle donne afghane sono vedove. Per chi non ha legami affettivi, di parentela o di amicizia con le vittime, cambia molto se sono di un paese piuttosto che di un altro? Sono morti sul lavoro. Come tanti altri che non vengono tutelati. Come tanti altri che passano sotto silenzio.
E proprio questo è un altro punto su cui discutere. Quante morti sono passate sotto silenzio? Quanti fatti non sono stati raccontati per non ledere interessi economici e/o politici? Per non far capire all’opinione pubblica che questa non è lotta al terrorismo. Insomma la libertà di informazione in questo caso, dov’è? E’ davvero giusto non manifestare per un diritto fondamentale e rinviare il tutto per questo motivo? Le partite di pallone di ieri sera sono state forse rinviate? Non dico che fosse giusto farlo, ma il calcio è ormai un business non uno sport e come tale guarda esclusivamente ai suoi profitti, una manifestazione avrebbe davvero mancato di rispetto a qualcuno? E non avrebbe compreso anche questo tipo di libertà di informazione? Non so, forse sono sempre troppo critica, dovrei essere meno estremista…
Anche perché sto per dire l’ultima cosa che mi sembra essere un problema. Le famiglie colpite dal lutto sono di nuovo originarie del Sud Italia. Credo che questo dimostri ancora una volta che spesso, la carriera militare si sceglie, per “mancanza d’altro”. Alcuni dei ragazzi accettano missioni pericolose esclusivamente per denaro. Non dovrebbe questo paese consentire loro di avere altre possibilità? Ricordiamoci cosa dice l’articolo 11 della nostra Costituzione:

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.” .

So che il paragone è azzardato, prendetela come provocazione o come pensiero passato al volo per la testa, ma mi è venuto da pensare ai kamikaze che si sacrificano perché hanno la certezza che la propria famiglia, in questo modo, guadagnerà tutto quello di cui ha bisogno.
per concludere allego l’articolo di Roberto Saviano che come sempre, ricerca tra le parole quelle che meglio spiegano e descrivono pensieri ed emozioni.

Annunci

Responses

  1. Perfettamente d’accordo con quello che scrivi. Abbiamo scritto, praticamente in contemporanea, le stesse cose.

    • Già l’ho notato anch’io. Piacere di averti qui nel blog. 🙂

  2. Mi associo anche io al pensiero di Valeria. Sono però d’accordo, a livello puramente politico, con la scelta di rinviare la manifestazione: sarebbe stata vista, al meglio, come una mancanza di rispetto per il “lutto nazionale” e alla peggio come un insulto alle famiglie delle vittime. In quest’ottica è giusto il rinvio. Chiaro che in un altro paese la manifestazione di Sabato si sarebbe trasformata in: “Manifestazione per la libertà di stampa E PER LA PACE” o qualcosa del genere. Ma come sappiamo molto bene viviamo in tempi bui in cui nulla è chiaro e tutto può essere interpretato come più fa comodo, allora sono meglio scelte chiare e semplici senza possibilità di fraintendimenti. Per quanto la regionalità dei militari: come dice Michael Moore in Farenheit 9-11: “E’ interessante osservare come sono sempre quelli trattati peggio dalla società (in quel caso gli afroamericani ed i latinoamericani) che quando c’è da difendere il proprio paese sono i primi ad andare a ricschiare la loro vita mentre noi dormiano sonni tranquilli”. Non ha detto esattamente queste parole ma il senso è quello.
    Ciauz

    • Ti ringrazio per l’intervento, anche perché introduce un elemento che non avevo trattato. E’ vero, sicuramente la conferma sarebbe stata interpretata in questo modo, in un paese in cui va tutto al rovescio, questo sarebbe stato mancanza di rispetto. Andare a farsi belli sulla televisione di stato, in prima serata, costringendo a cambiare tutti i palinsesti per farsi vedere e lucrare sulla tragedia di centinaia di persone invece è consentito. Siamo casi disperati? O c’è una salvezza anche per noi??

  3. Cara Valeria, condivido parola per parola tutto quello che hai scritto, non devo aggiungere nulla, se non: continua così, continua a essere, anche tu una Resistente. C’è tanto bisogno di persone come te.

    Milvia

    • Ti ringrazio Milvia per le tue parole di incoraggiamento. Anche tu vai forte. Speriamo che serva a qualcosa o a qualcuno, sicuramente lo devo a me stessa, per la mia dignità e per rispetto di ciò che sono.
      Un carissimo saluto!

  4. ovviamento rispondo con ritardo ma avevo piacere a riferirti (come ho già fatto su fb) che sono daccordissimo su quello che scrivi….condivido tutto.
    sono daccordo con Luca sul fatto che la manifestazione è stat rimandata perchè in un PAESE COME IL NOSTRO sarebbe stata considerata come una mancanza di rispetto……anche se sappiamo bene che non è così!
    volevo aggiungere che, senza nulla togliere ai soldati che sono morti, che a me personalmente dispiace di più per i lavoratori che escono di casa la mattina per andare al lavoro e non rientrono la sera perchè morti “sul campo”, solo che per l’ora non era previsto mentre sappiamo bene tutti che per chi va in guerra la morte è un rischio quotidiano.
    la chiamo guerra perchè dal mio punto di vista è un ipocrisia chiamarla missione di pace. non dimentichiamoci che noi mandando i soldati invadiamo un popolo, un Paese, un territorio che è già un sacco di problemi gravi interni!
    Valerio complimenti quello che scrivi è molto bello. vai avanti così.
    c’è veramente tanto bisognoi di persone come te.
    un bacio

  5. p.s.
    scusa per gli errori di battitura ma ho scritto un pò di fretta.
    baci

    • Ti ringrazio e ringrazio anche tutti gli altri. Non sono mai stata definita una “Resistente”, non scrivo secondo un calcolo preciso, cerco semplicemte di seguire le mie idee e sapere che anche altri le condividono è importante per me.
      Tornando al post, certo che è una guerra, come altro si può definire? dispiace a tutti quando si perdono giovani vite per interessi puramente economici. E’ tutto ipocrita, la missione di pace, il dolore delle nostr alte cariche istituzionali, il silenzio sulle centinai di migliaia di morti civili afghani e ancora potrei proseguire, ma mi sembra sia sufficiente.
      Grazie ancora, ogni contributo qui è ben accetto.
      P.S. Non preoccuparti per i refusi, capitano a tutti 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: