Pubblicato da: Nanà | 12/11/2009

Carta vince… carta perde…

Oggi sono arrabbiata. Già non è semplice fare la raccolta differenziata. Pensate ai vari materiali per gli imballaggi. Alcuni poi non so dove debbano essere collocati di preciso, per esempio alcuna carta sembra plastificata, dove la devo buttare quindi? E poi, tanto per dirne una, ho trovato uno spazzolino da denti con la testina delle setole intercambiabili, ma solo una volta! Sì perché te lo vendono con un cambio e basta, non esistono confezioni di setole senza dover comprare un ulteriore spazzolino, almeno non qui nei dintorni. A Roma poi è sempre tutto più complicato. L’altro giorno sono andata a buttare la raccolta dei giornali nella carta, ma il bidone era strapieno ed è rimasto così per giorni! Ma il bello è stato vedere qualcuno che, dopo aver raccolto la carta in una busta di plastica, va a buttarla nel contenitore apposito infilandoci pure la busta! Sì lo so, sono rompiscatole, ma a quel punto tanto vale evitare la differenziata.
Siamo in preda a un mega-esaurimento nervoso?

Una riflessione che non c’entra molto con l’argomento ma a cui tengo. Ieri sera guardavo Roberto Saviano a Che tempo che fa. Onestamente mi commuove. Non oso neanche immaginare come possa vivere in quel modo, ha la mia stessa età per cui mi sento ulteriormente colpita. Comunque, parlando della rivolta della comunità africana contro il clan dei Casalesi a Castel Volturno, ho pensato che, forse, abbiamo ancora troppo da perdere, per riuscire a ribellarci contro tutto quello che di pessimo (cioè tantissimo) c’è in questo momento nel nostro paese.

Annunci

Responses

  1. Nooo Vale!!!
    Ciao e scusa se il mio esordio è questo, ma non devi mollare! Perdonami, lo so che a Roma è tutto più difficile, e i cassonetti della raccolta differenziata così come sono predisposti danno la possibilità ai furbi di fare quel che vogliono!
    C’è anche tanta ignoranza in materia, e le municipalizzate non fanno un granché per la corretta informazione.
    In realtà c’è anche un altro grossissimo problema. La raccolta differenziata è in crisi da un bel po’ perché per vari motivi l’industria del riciclo non va: le materie prime secondarie costano ancora troppo. Allora che fare?
    Innanzitutto informare (che è poi quello che fa Saviano e lo fa in maniera esemplare)! Poi cercare di acquistare il meno possibile prodotti con imballaggio multiplo o accoppiato (come la carta che dicevi tu). Comprare prodotti sfusi e alla spina. Laddove possibile provare il fai da te. E infine comprare il più possibile prodotti con quantità di materiale riciclato (per esempio preferire imballaggi come il vetro e i metalli piuttosto che la plastica). So che queste cose tu già le sai però le ripeto, magari se legge qualcun altro e se ne diffonde la voce…
    Anzi grazie per avermi dato quest’opportunità. Un abbraccio!

    • Sapevo che avresti avuto una risposta propositiva e ne sono più che felice! Fai bene invece a ripetere cose che si sanno ma che a volte si possono dimenticare! Anzi, se hai qualche altro consiglio utile per tutti sarei ben felice di “ospitarlo” qui 😉
      E’ che quando ci si sforza per far bene una cosa come questa, che dovrebbe essere per il bene di tutti, e poi c’è sempre qualcosa che ti mette i bastoni tra le ruote allora… si ha bisogno di un piccolo sfogo!
      Un abbraccio a te e grazie!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: