Pubblicato da: Nanà | 17/11/2009

Processi brevi per tutti

Credo che uno degli elementi per giudicare quanto una società sia evoluta sia capire che trattamento riservi alle persone più deboli, di conseguenza tutto l’apparato che si occupa esclusivamente di loro.
Siamo convinti di essere coloro che possono porsi al di sopra delle altre culture?
Allora perché un assistente sociale o un educatore deve essere trattato senza il rispetto che si concede, senza dubbio, a chi per esempio sta tutto il giorno seduto dietro uno sportello di qualche ente pubblico o privato? Non è mancanza di rispetto verso questi ultimi, mi chiedo solo cosa manchi agli operatori sociali. Anche loro hanno studiato, si sono preparati e svolgono un lavoro pesante, che non crea ricchezza è vero, ma è pieno di responsabilità diretta nei confronti dell’assistito e nei confronti della sua famiglia. La mia risposta, quindi, è niente, anzi, forse dovrebbe essere maggiormente motivato visto il tipo di lavoro.
L’Occidente si vanta di essere la parte davvero evoluta e democratica del pianeta. Ma quando non ci si rende conto che la debolezza di alcuni potrebbe un giorno essere la nostra, si pecca di presunzione e ottusità e visto in quali condizioni navighiamo, sarebbe il caso di riflettere su quanto stiamo facendo.
Anche se al momento la priorità sembrano essere i processi brevi, qualcuno di voi usufruirà di tale “agevolazione”…?

Annunci

Responses

  1. direi che è un post dedicato a Rosita =)

    cmq condivido a pieno. ma cosa dovremmo aspettarci? conta più la produzione, il denaro dell’essere umano…quindi…personalmente usufruirò dell’alta considerazione che ho dell’uomo, di ciò che si merita e lo utilizzerò per vivere in mezzo agli altri uomini. tocca essere “umani” nel nostro piccolo.. per combattere la disumanità che dilaga!

  2. Eh sì mi hai scoperto è un post dedicato a Rositina 🙂

    Capisco quello che tu dici, ma davvero non possiamo fare niente? Siamo solo destinati a seguire la corrente del fiume? Dobbiamo arrenderci all’idea di Leibniz (se non erro) “questo è il migliore dei mondi possibili”?
    grazie per l’intervento un abbraccio!

  3. mah..personalmente vivo in bilico tra il pensiero di leibniz e quello più ottimista, che posso riportare citando la canzone di ben harper: ” i can change the world with my own two hands!” 😉

  4. Concordo con te e con il grande Ben, infatti… tiè http://www.youtube.com/watch?v=c9WB3KTX0rQ 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: