Pubblicato da: Nanà | 02/06/2010

Buona festa della non “Res Publica”

Oggi due giugno è la festa della Repubblica, o meglio della Res Publica come direbbero i latini, della COSA PUBBLICA. Dunque mi chiedo, cosa c’è da festeggiare?

Davvero lo Stato, è ancora nostro, di tutti noi cittadini che paghiamo onestamente le tasse, che compiamo ogni piccolo sforzo per arrivare alla fine del mese con uno stipendio medio (quindi che tocca picchi molto più bassi) di 1200 euro, di noi “giovani” che per andare via di casa dobbiamo costringere i nostri genitori a tirare la cinghia, dei cinquantenni che si ritrovano improvvisamente, dopo una vita, senza lavoro, loro che non sono più piazzabili sul mercato ma allo stesso tempo ancora non possono ancora ritirarsi in pensione? Lo Stato è ancora di chi protesta svenandosi per ricevere lo stipendio che le spetta di diritto e poi muore per un malore?!

La Repubblica è ancora di chi dedica la propria vita all’insegnamento e alla formazione dei bambini, o alla ricerca?! E’ ancora di chi viene soffocato dalla spazzatura per le strade a Napoli e a Palermo??!! Già perché a Napoli c’è ancora e a Palermo (città “notoriamente di sinistra”!!) c’è sempre stata ma nessuno ne parla!

Oppure è di chi non pensa altro che agli sporchi e luridi affaracci propri? Di chi non fa altro che usare la macchina statale e amministrativa NOSTRA per fare leggi che impediscano il regolare svolgimento dei processi, delle indagini, della libertà di noi cittadini di essere informati e di vigilare su quanto i NOSTRI rappresentanti politici fanno. Anche se ormai rappresentanti non lo sono più dal momento che la nostra legge elettorale non ci consente di esprimere la preferenza. E così dentro avvocati, amici indagati, del capo. Capo che si sente in diritto di insultare chiunque senza ritegno e senza rispetto per niente e per nessuno. Così fanno anche i suoi “seguaci”.

Ecco a tutti coloro i quali lo hanno votato e continuano a sostenerlo vorrei dire un paio di cose. Innanzitutto il consenso popolare non giustifica la distruzione di ogni regola e di ogni legge a suo piacimento. Dite che esageriamo a parlare di regime? Io lo faccio invece, anche i più cruenti dittatori furono votati dal “popolo sovrano”. Credete che sia una vittima sacrificale della sinistra, della stampa e dei magistrati sinistra? Se questa sinistra è così potente perché non è in grado di governare allora??! E perché se lui è il leader del partito dell’amore, della tolleranza e della democrazia, secondo le regole BASE della democrazia stessa, non prova MAI a rispondere alle accuse e ai processi in corso piuttosto che bloccare tutta la macchina legislativa per lui e le sue aziende?

Un’ultima cosa. Giustificare il malaffare dicendo che tanto “sono tutti uguali” è un basso meccanismo per mantenere inalterato il potere. Noi di sinistra avremo tanti, tantissimi difetti. Ma su una cosa davvero non siamo uguali. Quando crediamo che l’illegalità, l’amoralità, la vergogna, la sporcizia, inizino a far parte della classe dirigente che ci rappresenta, beh allora noi ne chiediamo a gran voce una nuova, non ci abbassiamo a giustificare qualunque malefatta. Sono la prima infatti a dire che ormai c’è bisogno di un cambiamento per proporre un’alternativa seria, ma non ditemi che la destra di oggi è il meglio che la politica italiana possa offrire.

Prima o poi ve ne accorgerete. Buon due giugno a tutti.

P.s. Per quanti ieri sera si sono persi il trionfo di Mr B. che dice di non aver mai detto di non pagare le tasse, ecco le agenzie Ansa (notoriamente di sinistra) che riportano quanto detto in più di un’occasione:

FISCO: BERLUSCONI, SE TASSE OLTRE 1/3 TI INGEGNI PER ELUSIONE
PREMIER VISITA COMANDO GDF E SCHERZA, MA NON SIA RICAMBIATA…
(ANSA) – ROMA, 11 NOV – ”Vi ringrazio per quel che fate.
Agite con grande equilibrio e rispetto dei cittadini, nei
confronti di chi si vuole sottrarre ad un obbligo che qualche
volta si avverte come eccessivo…”. Con queste parole Silvio
Berlusconi ha esordito intervenendo alla cerimonia in occasione
dei 230 anni della Guardia di Finanza.
”C’e’ una norma di diritto naturale – ha aggiunto,
rivolgendosi ai vertici delle Fiamme Gialle – che dice che se lo
Stato ti chiede un terzo di quello che con tanta fatica hai
guadagnato sembra una richiesta giusta e glielo dai in cambio di
servizi. Se ti chiede di piu’ o molto di piu’, c’e’ una
sopraffazione dello Stato nei tuoi confronti e allora ti ingegni
per trovare dei sistemi elusivi o addirittura evasivi che senti
in sintonia con il tuo intimo sentimento di moralita’ e che non
ti fanno sentire colpevole”.
Berlusconi ha quindi espresso la sua soddisfazione per il
fatto di poter partecipare alla cerimonia alla Guardia di
Finanza, alla quale partecipava anche il ministro dell’Economia
Domenico Siniscalco. ”Sono contento di essere qui per questa
visita speciale… Certo – ha detto con una battuta – il
sottoscritto non potrebbe dire altrettanto se fosse la Guardia
di Finanza a fargli visita a casa sua”. (ANSA)
TG
11-NOV-04 15:00 NNNN

FISCO: BERLUSCONI, SE TASSE A 50-60% EVASIONE GIUSTIFICATA
(ANSA) – ROMA – 2 APR – Il prelievo fiscale corretto si aggira intorno
a un terzo del reddito, se invece le tasse sono tra il 50 e 60 per cento
è troppo e così ” è giustificato mettere in atto l’elusione o l’evasione”.
E’ quanto ha affermato il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, nel corso
del suo intervento all’Ance. (ANSA).
SCA-KYI/MEA
01-APR-08 12:40 NNNN

Annunci

Responses

  1. Naturalmente la forma repubblicana di uno Stato è la condizione migliore di partenza per garantire il giusto a tutti: Ma la nostra, ormai, è una larva di repubblica, è la denenerazione in oligarchia, se non addirittura nella tirannide, che può anche essere di molti,. non di unico governante.
    saluti

    • Il problema è proprio che ormai non è più di tutti ma di uno solo o al massimo di pochi. Quello che mi fa ancora più rabbia sono le persone che continuano a non accorgersene. Prima o poi si sveglieranno di soprassalto, spero…

  2. Sono d’accordo su tutta la linea. Però penso che gli italiani avrebbero già dovuto accorgersene da molto, di questa grave situazione. Insomma: se la gente non apre gli occhi davanti ad una proposta di legge come il ddl intercettazioni, davanti a cosa lo può fare?

    • Sì sì ma infatti anche io credo che se fossimo stato un popolo culturalmente avanzato e realmente progredito non saremmo arrivati a quest punto. Che fare? Onestamente non ho una ricetta che possa risolvere tutto. Credo solo che, da parte nostra, non si debba mollare mai e ricorrere in casi come questo, alla “disobbedienza civile” come ha detto Camilleri.
      Un saluto e benvenuto anche a te.

  3. Cara Valeria,
    più cerco di comprendere e più mi rendo conto che non valgono più a niente le vecchie distinzioni fra destra e sinistra. Forse potremmo far riferimento a qualche termine poco ortodosso, agli “uomini di buona volontà” a quelli che pagano ancora le tasse pur potendo evaderle (tanto chi ti controlla? E un condono non si nega più a nessuno, nemmeno ai fondi che la mafia ha portato all’estero). Mi riconosco non più in ideali di sinistra (quelli sono quelli rimasti in piedi?), ma negli ideali del buon senso, della collettività, della solidarietà, della franchezza, dell’onestà … ecco, mi sento simile a chi crede in questi valori e penso che l’alternativa a questo schifo (governo + pseudo-opposizione sia tutta da costruire).
    Ciao

    • Caro Garbo mi trovi d’accordo. Il mio è stato uno sfogo a delle frasi sentite ormai troppo spesso. Forse ho sbagliato a categorizzare, ma è giusto opporre a questa Italia un sistema culturale diverso, è lì che dobbiamo puntare…
      Un caro saluto!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: